La tradizione del Pandoro

Scritto da: tuttotondo Data creazione: 2018-11-04

Il dolce tipico del Natale italiano

Il pandoro, dolce soffice e dorato, che profuma di vaniglia, zucchero e burro, occupa un posto d’onore sulle tavole italiane del NatalePrivo di creme, cioccolate o canditi, viene guarnito con una spolverata di zucchero a velo, da versare solo poco prima del taglio per evitare che il prolungato contatto con la pasta possa modificarne l’impalpabile consistenza.

Come da tradizione alimentare italiana, basata sulle ricette locali, anche il pandoro ha la sua origine geografica specifica, infatti la città di Verona lo riconosce come alimento tipico e tradizionale.

La storia del pandoro si perde nella notte dei tempi: c’è chi riconduce la sua scoperta all’epoca della Repubblica Veneziana nel ‘500 e c’è chi invece pensa che sia la trasformazione di unaltro dolce tipico veronese, sempre a forma di stella, il Nadalin. Un’ulteriore ipotesi sulla nascita del pandoro lo farebbe derivare dal tipico Pane di Vienna, ottenuto dalla lavorazionedi un impasto ricco di burro. In ogni caso c'è una data che sancisce ufficialmente la nascita del pandoro, il 14 ottobre 1884, giorno in cui Domenico Melegatti depositò all'ufficio brevetti un dolce dall'impasto morbido e dalla forma a stella. Questa sua forma caratteristica si deve a Angelo Dall’Oca Bianca, un pittore di origine veronese, che disegnò lo stampo a piramide tronca e otto punte che contraddistingue il pandoro. 


Scopri la collezione di Tuttotondo ispirata al pandoro!